MIL-LON MARATHON 2012: i ricordi

qualche foto della prima tappa: Idroscalo di Milano - Badenweiller ( Germania )

qualche foto della seconda tappa: da Badenweiller a Luxembourg

 CI SCUSIAMO CON I LETTORI: le foto saranno pubblicate a breve causa rinnovo del sito. Grazie

qualche foto della terza tappa: da Luxembourg a Dover ( uk )

qualche foto della quarta tappa: da Dover a Londra

qualche foto del ritorno da Londra a Milano

MILLON MARATHON 2012

Il “Gigifriends Racing Team”  consegna la prima regolarità  “MiL-Lon Marathon” a Massimo Dell’Acqua

e Mary Vicari mentre Aldo e Martino Majno su Bugatti si aggiudicano il trofeo endurance “ Luigicarlo Violini “.


Articolo di Fiorenzo Malvicini sul mensile Auto d’epoca 


“... ti ricordi quella volta quando siamo rimasti bloccati sotto il Tunnel della Manica ? “ “...

e quell’altra che abbiamo portato a casa il cerchio a raggi della Jaguar per un tuo amico, lui non l'ha più voluto

e tu l’hai conservato come una reliquia nella sede del GFRT ( gigifriends racing team )...

e quell’altra volta che, tornando dall’Inghilterra di notte, eri stravolto...e mi hai fatto guidare?...

non avevo ancora 18 anni.” “...

 

quanti viaggi da Milano a Londra, passando per il San Gottardo, Svizzera, Germania, Lussemburgo, Belgio,

Francia, Calais, Dover, Londra………Mi verrebbe quasi da dire una ....Mil-Lon Marathon”…. “

 

A proposito, dal 19 al 22 luglio ho visto molti amici su queste strade, molti del GFRT, ma anche parecchi nuovi   

e sono sempre più numerosi.”

“A Dover ho notato che sono stati premiati il numero 28, 12, 8 e 2 , ma... 28 /12/ 1982 è la mia data di nascita.” 


Questo è il significato della Mil-Lon Marathon e  del GFRT: ricordare gioiosamente Luigicarlo, “Gigi” per tutti

il figlio dell'organzzatore che un brutto incidente strappò ventenne alla vita. 


Si parte dall’Idroscalo di Milano il giorno 19 luglio, la location è molto bella e adatta alla manifestazione,

belle auto al via: Bugatti T40 di Aldo e Martino Majno del 1927, Lancia Augusta del 33 di Giovanni Femminella e Allegrini, Jaguar XK di Lucchetti-Donatini e quella di Belotti , Corvette di Cerri-Cerri,  Triumph TR3A di Conti-Regalli,  Morgan di Claudio Cerri e Paola Giordani, Porsche 356 di Nardiello-Grassi, tante 911 , Cavallari-Cavallari, Lascala-Crippa, Pietrobelli-O'Connor, Gandolfo-Dalmini, Locatelli-Verdina, MGTD di  Ocrelli-Barbieri,

Triumph Spitfire di Pisa-Curone, Fulvia coupè di Giorgi-Nannetti, quella di Sfoggia-Fiocchi, Fiat X1/9 di Bonfante-Bruno,

Fiat 124 spider di Palazzi-Ciochetta, quella di Rapisarda-Galluzzi, Alfa Romeo GTA di Marietti-Marietti, quella di Lombardi, la Subaru dello svizzero Mattia Fraschina,  e poi si notano numerose Saab,due Ferrari con altre storiche che con Maurizio Senna su Giulia spider e Oliviero Cacciatori su Lancia Delta Martini con la fiat 500 di Cucciniello-Molina, la Porsche 944 di Gaetano e la Beta coupè di Massimiliano accompagneranno il gruppo dei concorrenti fino a Varese.

Si apre la gara con 6 prove cronometrate, apparentemente semplici, ma le difficoltà sono create dall’emozione,

da 2 anni si parla di Millonmarathon, oggi è arrivato il fatidico momento: si parte! 

 

Per chi cura la classifica ed i “tubi” la tensione è forte, sbagliare significa compromettere da subito una gara di 4 giorni.

Le prime prove si svolgono sotto le telecamere di Tele Lombardia e di un folto pubblico ed è splendida la cornice

e l’uscita dall’Idroscalo con il passaggio sul ponticello in legno.  Via verso Varese e Porto Ceresio, per la pausa pranzo con altre 5 prove prima di entrare in Svizzera.

Si costeggia il lago di Lugano, con arrivo nell’omonima città, accolti da graditi cadeux offerti da  prestigiose ditte di fama internazionale sotto la direzione del Comitato Commercianti di Via Nassa. Parecchi turisti applaudono il passaggio dei maratoneti. Fantastico il passaggio sui tornanti del San Gottardo, sulla vecchia strada della Tremola, ancora in pavè,

con l’incrocio della corrazza postale trainata dai cavalli ed i cocchieri in abiti d’epoca.

Sui tornanti troviamo Roberto Violini , l’organizzatore e direttore di gara, che ha preceduto il gruppo con la sua Fiat Freemont e la signora Nuccia  (oggi navigatrice del marito ed aiutante nell’organizzazione) che mostra un cartello

con la classifica provvisoria dopo le prime 11 prove: caspita che organizzazione !

Si attraversa la Svizzera transitando in località con panorami da…vacanza e dopo le Cascate del Reno, in prossimità di Basilea si entra in Germania dove, a Kandern ecco le ultime prove della giornata precedute da un break di benvenuto di una coppia italo-greca amica di Roberto che ci accoglie con il classico calore mediterraneo.

Nello scenario della Foresta Nera l’arrivo a Badenweiler è tra due ali di folla che con il locale Club di auto d’epoca

esposte nella piazza delle terme, ci danno il benvenuto apprezzando moltissimo le auto in gara poi esposte nel parcheggio antistante al Grand Hotel Romerbard.

La  cena in un clima festoso , con i meccanici dell’assistenza della Pole Position di Morazzone, che si sono già meritati

nel corso della prima tappa, il premio più significativo : quella ruota a raggi …di cui parlavamo all’inizio.

Ogni sera vengono premiati i primi classificati del Gran Premio Drive Wear, sponsor della manifestazione ,

qui rappresentato dall’ing. Lino Barbieri : si tratta di occhiali di grande pregio, dotati di lenti antiriflesso, che si adattano

alla luce del giorno, utili ed efficaci in particolare nella guida. La classifica ufficiale vede dopo la prima tappa al comando:  Dell’Acqua – Vicari su Porsche Targa SC , seguiti da Galluzzi – Rapisarda su Fiat 124 spider  e da Malvicini – Crosignani su Porsche 3.2 CarreraTarga .
La seconda giornata ci porta da Badenweiler a Strasburgo in Francia con una prova lunghissima e di navigazione che termina in un piazzale custodito e sicuro dove tutti i concorrenti lasciano le loro vetture per la visita libera della cittadina per apprezzare la Cattedrale con il suo orologio astronomico e la Petite France.

L’appuntamento ed il ritrovo è fissato a Molsheim, proprio di fronte allo stabilimento Bugatti dove una lapide ricorda il fondatore,  Ettore Bugatti, un grande Italiano, che ha trovato le condizioni ideali per creare un mito proprio qui in Francia. Oggi mitici  sono Aldo e Martino Mjano, che appunto con una Bugatti T 40 del 1927,stanno percorrendo la Millonmarathon nei tempi programmati e sempre con il sorriso per tutti. Padre e figlio completeranno tutta la gara nei tempi stabiliti dal road book ed in qualsiasi condizione di percorrenza. A tutti coloro che commentavano: che fatica ! dicendoci la verità si pensava: che invidia !!!  Chi non avrebbe voluto essere al Loro posto sulla Bugatti ? Dopo le prove di Molsheim, attraversando l’Alsazia e con una spettacolare visita alla rocca di Dabo con il suo panorama a 360° la carovana arriva

in Lussemburgo al moderno ed elegantissimo hotel Sofitel , per la cena e  le premiazioni Drive Wear..

Ambiente raffinato, elegante, lussuoso…i concorrenti sono stanchi ma estremamente felici come il papà e la mamma

di Gigi nel momento di una premiazione particolare , a Lorenzo Gironzini , compagno di classe di Luigicarlo ,

che ci ha raggiunto sulla sua MGB da Parigi, per rendere omaggio all’amico “Gigi”.

Momenti emozionanti ma prima del meritato riposo si annuncia la classifica che vede al comando Galluzzi – Rapisarda , tallonati da Dell’Acqua – Vicari.

Terzo giorno molto atteso da tutti i driver, l’appuntamento è a Colmar Berg, con prove e pranzo al centro formazione piloti , sulla pista sperimentale della Good Year. Vanno bene i “tubi” e i centesimi della regolarità, ma vuoi mettere i giri liberi sulla pista Good Year ?  Un impianto che lascia tutti esterefatti: nessun privato ha mai girato su questo tracciato

con una parabolica da 180° e si entra, noi della Millonmarathon con la raccomandazione del direttore del circuito:

l’italiano Ing. Marc Pannacci: “vietati i sorpassi”. Noi ce l’abbiamo messa tutta ma non è stato facile rispettare le consegne,

i cavalli sotto al cofano delle nostre auto scalpitano, noi più di loro ! Quindi sul lungo rettilineo in discesa :  “ cavalli scatenati” con effetto  adrenalinico e il nostro “ direttore di corsa “ a distrarre il buon Pannacci rassicurandolo che in pista c’erano solo ed esclusivamente grandi piloti ! Bravo Roberto Violini ed i ragazzi del GFRT, hanno pensato proprio a tutto per farci divertire ! Pomeriggio di maratona verso  Calais, con passaggio al circuito di Spa-Francoshamp, dove in una rapida sosta abbiamo modo di visionare tante auto in prove libere e tanta emozione, al solo  vederle staccare al Raidillon.

 

Si punta verso Calais attraversando il Belgio dove il nostro direttore di corsa, partito per ultimo da Spa deve raggiungere l’Autorità portuale per predisporre la traversata dei concorrenti. La corsa gli costerà una multa di velocità presa a ben 180 km/h…e qualche punizione della moglie…!!!  Siamo a Calais, ci imbarchiamo e ceniamo sul traghetto, in poco tempo, siamo di fronte alle bianche scogliere di Dover, poi subito in Hotel al Dover Marina, direttamente sul lungo mare per una serata col sapore affascinante, consapevoli che l’avventura è quasi finita e all’emozione di arrivare a Londra si intravede anche qualche lacrima di anticipata malinconia…

Per la mattina del quarto ed ultimo giorno, l’appuntamento è sull’immenso piazzale della darsena del porticciolo, per le ultime 13  prove ben posizionate e molto tecniche. Dell’Acqua – Vicari veramente molto in forma, superano di pochi centesimi Galluzzi – Rapisarda ( unici a sbagliare un percorso ben riconoscibile )  e si aggiudicano la prima Mil-Lon Marathon , terzi Malvicini – Crosignani, quarti Bonfante – Bruno su Fiat X 1/9 e quinti Gandolfo-Dalmini su Porsche 2.7.

 

La giornata si conclude a Londra, in pieno clima Olimpico, con il passaggio sul Tower Bridge, la vista del Big Ben, di Westminster Abbey ed il transito da Trafalgar Square, il traffico è caotico: qualche equipaggio non segue attentamente il Road-Book è transita direttamente davanti a Buckingam Palace, nella zona off-limits… i concorrenti sperano nella clemenza della polizia Londinese…ma ci pensa il buon Violini a giustificare il tutto…dice di essersi già messo in contatto con …Elisabetta !!!  Nessuno viene sanzionato…e si arriva entusiasti al final point: il piazzale della Royal Albert Hall nei pressi di Hyde Park.

Pomeriggio libero per tutti e ci si ritrova per la serata di gala a Dover: Londra è off-limits per le Olimpiadi che sono in programma tra qualche giorno ed è quindi il mare di Dover che riunirà tutti per le premiazioni: trofei e coppe con premi proprio per tutti !

La serata di gala in un clima di vera amicizia si conclude con un grande riconoscimento a Roberto Violini, Nuccia Parisi, Federico Galletta, Massimiliano Rocco, Roberto Serrati, Nicolò Barettoni, Andrea Giorgi, Alice Nannetti, Matteo Pisa, Laura Curone, Marco Lascala e Laura Crippa ai cronometristi della FICR sezione di Lodi, ai meccanici della Pole Position capitanati da Claudio Locatelli che tanti interventi hanno dovuto fare, con tanta professionalità e passione.

Un grazie alle persone che hanno fatto più di 3000 km con un carrello al seguito, per la tranquillità di tutti i concorrenti.

Gli organizzatori a loro volta ringraziano gli sponsor della manifestazione: DRIVE WEAR, MASERATI, TAG-HEUR, GOOD-YEAR, LPR, CIMO, EUROMOLD, OMP ed i supporters  ALSA, SPAZI MODERNI, SAVI, e RICCARDI VINI.


La Millon Marathon 2012 si congeda quindi e come da programma, per coloro che intendono prolungare l’esperienza

con un viaggio di ritorno in compagnia dell’Organizzazione, la giornata di lunedì 23 luglio, vede tutti i partecipanti rimasti

( solo sette equipaggi hanno lasciato a malincuore il gruppo ) organizzarsi per la vista al castello di Dover quindi alla cattedrale di Canterbury mentre una decina di equipaggi seguono l’adrenalina del buon Violini e lo seguono per il circuito di Brands Hatch dove è stata prevista la guida in pista su una decina di  BMW M3 (420 cv ): potete solo immaginare quanto i concorrenti abbiano apprezzato !

Si riparte per il rientro che, parola dello scrivente, è stato altrettanto divertente ed interessante : in tre giorni abbiamo lasciato Calais e transitando da Reims sulle vie dello champagne con preziose degustazioni, attraversando la Francia

sino a Digione e con il rientro in Italia attraverso la regione del Jura, il lago di Ginevra e il Gran San Bernardo siamo arrivati ad Aosta per un saluto che si è risolto in abbracci, felicità e lacrime: lacrime di felicità perché tutto è stato Fantastico !

Si può dire che l’obiettivo di questo evento inserito nel Challenge della Solidarietà 2012, “stare bene procurando del bene” ... è stato pienamente raggiunto. Nei giorni successivi alla gara, c’è stato un invio spontaneo di mail di elogi agli organizzatori e sentimenti comuni : ci siamo proprio divertiti, siamo stati bene insieme, siamo orgogliosi di poter dire :

“Mil-lon Marathon 2012, prima edizione: io c’ero ! “ …e non vediamo l’ora di ripetere l’esperienza.

 

I COMMENTI RICEVUTI: 


Da: aldomajno@fastwebnet.it  Inviato: giovedì 26 luglio 2012 01:21 A: roberto violini Oggetto: la Bugatti 40 a Londra con la Millon Marathon 2012 
Nessuno di noi avrebbe mai pensato di vivere una avventura così affascinante, se non vi fosse stata la forza ed il coraggio di Roberto nel volere intensamente portare avanti e realizzare quella che molti hanno considerato una follia. E noi abbiamo avuto il previlegio di viverla, eccome, questa splendida follia. Grazie a Roberto, grazie a sua moglie, tutti  insieme abbiamo ripercorso  queste  strade dell’Europa  note a voi negli anni passati anche con Gigi, che tutti noi abbiamo nel cuore. Grazie a tutti i ragazzi che ci hanno assistito con passione e tenacia. Siamo consapevoli di aver portato a termine una meravigliosa avventura che aiuterà non solo Nepios, l’Associazione che il Challenge della Solidarietà quest’anno ha scelto,  ma tutti noi nel poter dire con allegria e forza: io c’ero! E nel mio caso con me non solo c’era Martino, ottimo pilota, allegro sempre  e come me pessimo sui tubi…quando li prendevamo…ma anche l’infaticabile e virtuosa Bugatti 40, fedele nelle lunghe galoppate. Grazie ancora   

Aldo Majno pres. CHALLENGE DELLA SOLIDARIETA'  


Da: Claudio Cerri Inviato: mercoledì 25 luglio 2012 19:40 A: roberto violini Oggetto: millon marathon Cari amici, sono appena rientrato dalla Millon Marathon, dopo 3.100 km. trascorsi con tanti amici sui alcuni  dei più bei tracciati d’Europa. Il genio di Roberto Violini ha superato se stesso con una gara magnificamente organizzata (e non è solo il mio parere, ma credo che ne leggerete tanto…) che ha coniugato una splendida gita con oltre 50 prove cronometrate belle, veloci e tecniche. L’assistenza con meccanici e carrelli al seguito è stata preziosissima (soprattutto per il sottoscritto che avrebbe finito la propria gara a… Varese…)  e inestimabile l’amicizia che si è consolidata nel lungo viaggio. Veramente grazie a Roberto Violini, ma anche a Nuccia, Federico, Claudio L., Romeo, Pippo, Andrea e tanti altri che dimentico ( la stanchezza si fa sentire…), con l’augurio di ritrovarci ancora alla prossima edizione con tanti amici in più a condividere una esperienza di gara e di vita che non dimenticheranno. Un caro abbraccio.

Claudio Cerri presidente GMT PIACENZA  


Da: Malvicini, Fiorenzo Inviato: venerdì 27 luglio 2012 00:46 A: roberto violini Oggetto: mi associo : millon marathon Carissimi, Mi associo a quanto detto da Claudio, Tutti veramente BRAVI !!!   Roberto con il suo CLUB, la Pole Position per l’assistenza e tutti quanti hanno dato un contributo all’organizzazione dell’evento. Ciao a tutti ,

Fiorenzo reporter AUTO D'EPOCA

  
Da: Maurizio  Inviato: venerdì 27 luglio 2012 09:40 A: roberto violini Oggetto: Re: mi associo : millon marathon
Non posso che associarmi al coro di plauso che si leva altissimo dalla folla di partecipanti alla millon...Roberto Violini si sta dimostrando anche un ottimo organizzatore di eventi, credo che questo raid potra' diventare un evento di riferimento nel panorama europeo addirittura... Dopo le frasi di circostanza, un grazie a Roby, a tutto lo staff, a coloro che hanno condiviso con me l'avventura di quattro giorni indimenticabili. Ho scoperto tanti nuovi amici, e un navigatore con i fiocchi, oltre che una persona d'oro. Roby propongo un adesivo da mettere sulla macchina, tipo "io ho fatto la millon", oppure "Millon: io c'ero", perché devono sapere tutti quello che si sono persi...

Ciao, un abbraccio e arrivederci sui campi idi gara! Maurizio Gandolfo PORSCHEMANIA  


Da: cavallinias@libero.it Inviato: giovedì 26 luglio 2012 08:20 A: roberto violini Oggetto: complimenti carissimo Roberto, mi sono giunte voci riguradanti la bellissima esperienza vissuta dai partecipanti alla tua manifestazione , e vorrei con la presente complimentarmi con te per la tenacia che hai avuto, bravo. saluti.

alberto cavallini  vice-presidente VAMS VARESE 


Da: Franco Fraquelli Inviato: giovedì 26 luglio 2012 18:03 A: roberto violini Oggetto: MILLONMARATHON 
MILLON  MARATHON    2012 Chi   dice   che   e'   impossibile.... non  dovrebbe   disturbare   chi  ce la   sta   facendo....  A.   Einstein Un   abbraccio  forte.... 
FRANCO FRAQUELLI pres. HPC PORTO CERESIO 


Da: Franco Fraquelli Inviato: venerdì 27 luglio 2012 17:28 A: roberto violini Oggetto: MIlLON MARATHON 
Il  mondo  e'  pieno  di  mediocri  che,  incapaci  di  fare qualcosa  di  buono,  cercano  di  consolarsi  negando ogni  valore  a  tutto  cio'   che  fanno  i   migliori... Luc  de  Clapiers,  Marchese  di  Vauvenrgues  
Dedicata  ad  un  uomo  chiamato   Roberto  Violini... 
Un   abbraccio... FRANCO   &   MARY

  
Da: Dino Nardiello Inviato: venerdì 27 luglio 2012 21:02 A: roberto violini Oggetto: Re: mi associo : millon marathon Cari amici,  Per costruire un evento come la Millon Marathon ci vuole l'impegno di molte persone,  ci vuole la caparbieta'  e la passione di chi ha l'emozione del tempo che scorre ..... 

Noi ringraziamo tutti: Roberto Violini che l'ha ideata e coloro che hanno creduto che quest'uomo poteva avere ragione. Cosi' e' stato ,e' vero ma permettetemi di aggiungere che oltre alla sua grande idea e alla sua realizzazione il gruppo che si e' formato con l'evento ha fatto la differenza. Nelle mail che via via ho potuto leggere ho recepito che ognuno di noi ha arricchito di ricordi il proprio bagaglio , le risate e le nuove amicizie che si sono formate e consolidate hanno lasciato  In  noi un segno indelebile  ....... La Millon Marathon Grazie a tutti. 

Dino Nardiello & Manu resp. squadra corse CMAE MILANO

  
Da: Mauro Bonfante Inviato: venerdì 27 luglio 2012 12:06 A: roberto violini Oggetto: Re: millon marathon 5 giorni fantastici panorami incontaminati, amicizia, divertimento ci hanno accompagnato, è finita ma già si pensa alla prossima edizione che sicuramente  ci saremo !! Vogliamo ringraziare il grande Roberto e tutto il suo staff per la perfetta gestione di tutta la maratona. un grande abbraccio a tutti Roberto grazie per averci fatto divertire un mondo ( detto e fatto !!!!!) 

Mauro e Cinzia Bonfante 


Da: Massimo Conti  Inviato: venerdì 27 luglio 2012 12:05 A: roberto violini, Oggetto: Re: millon marathon Non posso che essere d’accordo, mia moglie ed io abbiamo trascorso sei giorni in compagnia di tanti amici, vecchi e nuovi, non c’è stato mai un problema, sempre ne rispetto l’uno dell’altro, abbiamo  percorso più di 3000 km in posti incantevoli. Non ultima la soddisfazione di essere stati in centro a Londra con la “vecchia” signora (Triumph TR3A). Che dire di Roberto Violini; si è rivelato un ottimo organizzatore, spero e mi auguro che la Millon diventi veramente un evento di livello europeo, Roberto se lo merita, sono d’accordo per  l’adesivo “Millon io c’ero”, per quelli che non hanno partecipato.........mi spiace per loro,non sanno quello che si son perso. Ringrazio nuovamente Roberto, tutto il suo staff organizzativo, per l’assistenza e la cura con cui hanno organizzato la Millon Un abbraccio a tutti,ci rivediamo a settembre per la cena “Millon io c’ero”

Mariagrazia e Massimo Conti  


Da: Luigi Palazzi Inviato: venerdì 27 luglio 2012 14:43 A: roberto violini Oggetto: Re: millon marathon Buongiorno a tutti, cosa altro aggiungere a quanto già scritto, se non che è stata una magnifica avventura. Lo so mi sono perso l'ultimo giorno e me ne dispiace ma impegni ed oppurtunità mi hanno fatto scegliere la anticipata partenza. Ringrazio tutti, in primis Roberto che la ha sognata prima e poi realizzata, il Suo staff, i cronometristi, gli angeli e le scope! (oltre a i compagni di viaggio) Era un sollievo saperli sempre lì pronti in caso di bisogno. Per noi è stata la prima volta con il cronometro, e da buoni neofiti abbiamo fatto subito il risultato. Debbo dire che la cosa che ci è piaciuta di più in assoluto è stato il clima, la compagnia e la spensieratezza di condividere strada, difficoltà (per noi il ROAD BOOK era uno sconosciuto prima di questo viaggio), cene, esperienza in pista (fantastiche, da non credere quella del 124). Appena rientrati (almeno io, la moglie un po' meno) ero desideroso di ripartire. Mi toccherà aspettare la prossima avventura. Roberto preparati che arriviamo anche noi!!! Un saluto a tutti, nessuno escluso! Luigi & Silvia 

  
Da: Dr. Gualberto Berti  Inviato: sabato 28 luglio 2012 00:28
A: roberto violini Oggetto: R: Re: mi associo : millon marathon carissimi amici di vecchia data e di nuova conoscenza della Millon Marathon, per prima cosa una sola ma vera parola a Robero: GRAZIE DI CUORE !
 A tutti voi con cui ho trascorso bellissimi giorni senza pensare alla ruotine giornaliera , un grande e bel  ricordo delle giornate trascorse insieme. Ci rivediamo a settembre in quel paese che pur da Milanese non sapevo che esistesse ( San Colombano al Lambro ) e dove vive un grande di nome Roberto di cognome Violini e dove si incontrano splendidi giovani: i Gigifriends !!!

saluti Pippo Berti


Da: pin.cav@libero.it Inviato: sabato 28 luglio 2012 01:35 A: roberto violini Oggetto: millon Grazie Roberto, sei riuscito nella tua idea di portare questo gruppo di "auto"a Londra, noi ci siamo veramente divertiti, in un primo tempo volevamo tornare terminate le prove, invece abbiamo potuto continuare e il ritorno è stato ancora più divertente permettendo di consolidare le nuove amicizie.  Un sincero ringraziamento a meccanici e organizzatori sempre disponibili e gentili.

Pinuccio Cavallari - Porsche 911

 
Da: Bridget O'Connor Inviato: sabato 28 luglio 2012 18:39 A: roberto violini Oggetto: Re: mi associo : millon marathon Hello everybody,  Un bellissimo viaggio ben organizzato in un clima di amicizia.  Ci vediamo alla cena dove speriamo che Roberto ci sveli i programmi futuri.  Bridget, Andrea e Giacomo. 

post scriptum we  want to become Gigifriends racing team member  


Da: Laura Curone Inviato: domenica 29 luglio 2012 13:18 A: roberto violini Oggetto: Re: mi associo : millon marathon Ciao ex Millonmarathoneti!!! siamo purtroppo ritornati alla realtà oltrepadana anche noi che abbiamo aggiunto un paio di giorni extra alla "piccola" trasferta a quattro ruote. Durante il viaggio di ritorno abbiamo letto le tante mail che vi scrivevate e non possiamo che condividere in toto gli argomenti.. dolce follia contagiosa di Roberto & Gigifriends che ci hanno condotto a zonzo per l'Europa, amicizie vecchie consolidate e nuove scoperte.  La cosa però che si è fatta sentire maggiormente durante il rientro e soprattutto durante i due giorni extra Gigifriends è stata la mancanza di quella allegra caciara che ci ha contraddistinto nei giorni indietro, che faceva dimenticare le 5 ore di sonno (quando andava bene) e la tirata in auto tutto il giorno... Penso sia questo che ha reso la Millon o meglio, come tiene giustamente Roberto, Mil-Lon, numero 0 (si, zero, la consideriamo ancora una dolce follia...) un momento di gioco e divertimento veramente unico. Per questo siamo a ringraziare tutti indistintamente, dai compagni di avventura/sventura, i meccanici, cronometristi, staff tecnico Gigifriends, Nuccia... ma si, dai anche Roberto...Adesso andiamo a sistemare la moltitudine di foto che abbiamo fatto: Fede 'mo so ---zzi tua!!! come direbbe l'amico romano a presto ciurma,

ciao Matteo & Laura appena scesi dal traballante Spitfire!!!  


Da: Carlo Marietti Inviato: domenica 29 luglio 2012 A: roberto violini Oggetto: R: mi associo : millon marathon Luca ed io siamo tornati entusiasti. Mi è difficile esprimere il ringraziamento a Roberto, a sua moglie, a TUTTO lo staff. Non mi riferisco soltanto all’organizzazione, ma all’impronta ed al clima che hanno saputo creare. Non conoscevo Roberto nè i
collaboratori tutti né la maggior parte di voi: già dalla prima sera mi sono sentito in un’atmosfera famigliare e rassicurante (evento purtroppo raro, di questi tempi). E’ stata un’esperienza interessante e mi sono divertito: non avevo obiettivi più ambiziosi e tutti voi me li avete ampliati. Superfluo dire che sono in attesa di compilare la scheda di iscrizione ad una prossima edizione. In attesa di poter ringraziare singolarmente chi avrò la possibilità di sentire o di incontrare, un saluto affettuoso a tutti voi, anche da parte di Luca (che sta lavando la macchina)

Carlo (Alfa Romeo GTA 1300) 


Da: Claudio Cerri  Inviato: domenica 29 luglio 2012 13:16 A: roberto violini Oggetto: R: mi associo : millon marathon

Non ho mai visto una serie così lunga di commenti positivi ed una manifestazione di auto d’epoca. Possibile che non ci sia una voce “contro”? Perché se c’è, parli ora o taccia per sempre! NON VEDO L'ORA DI RIPETERE QUESTA MERAVIGLIOSA ESPERIENZN Un caro saluto ai reduci.  Claudio Cerri P.S.

Bellissima l’idea dell’adesivo o del pach da cucire sul giubbotto con “MILLON MARATHON Io c’ero…” 


Da: Andrea Giorgi Inviato: lunedì 30 luglio 2012 13:49 A: roberto violini Oggetto: R: mi associo : millon marathon

Due parole: COMPLIMENTI ROBY! Solo tu riesci ad organizzare uno splendido tour di tanti km in giro per l’Europa senza intoppi. Radar fantastico, come se facessimo un tour del lodigiano di 100km… Le prove cronometrate si possono eliminare, così chi pensa solo ed esclusivamente ai tubi

e non comprende lo spirito MILLON... cambia rotta ! ( Pippo Rapisarda ) Hotel eccellenti come tutta l'organizzazione ! Per me la “Bol.Lon”  ( son partito da Bologna ) è stata fantastica, dove andiamo la prossima volta ? Grazie a tutto lo staff per l’assistenza, in particolare a Claudio Locatelli per il pit stop al mio cavo frizione alla pista della Good Year. Complimenti anche a Federico Galetta per il costante aiuto all’organizzazione della Marathon!!! 

Ci vediamo in settembre. Ciao a tutti!

Andrea Giorgi & Alice Nannetti   Lancia Fulvia HF rossa 


from: Nick Moore  sent: Monday July 30th 2012 11:28 to: roberto violini subject: millon marathon 
dear Robert, with reference to the official Complain received from the Greater London Auithority referred to some MILLON member cars stopped nearby the front Parliament main gate (access restricted area) please be informed that everything has been clarified and the partecipants will not get fined. The unexpected cut from Trafalgar Square through the Royal Palace has been authorized and recorded by Local Authority and all has been safely cleared up. I did received warm congratulations for the smooth and " british style " behaviour of all the racing partecipants and we hope to welcome MILLON again next year.

We keep in touch, relax now and enjoy your summer holiday 
all the best Nick

MIL-LON 2012 and Media

NUMERO VISITATORI

 

Stampa Stampa | Mappa del sito
© MILLON MARATHON